Casa degli orrori in California, i 13 figli incatenati ai letti e senza cibo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 gennaio 2018 7:38 | Ultimo aggiornamento: 19 gennaio 2018 1:17
california-perris-casa

I due genitori arrestati in Tribunale

ROMA – “Non colpevoli”: cosi’ si sono dichiarati in aula David Turpin, 56 anni, e la moglie Louise (49), accusati di tortura, abusi e detenzione abusiva per aver tenuto segregati a lungo in una casa buia e maleodorante i loro 13 figli (di età dai 2 ai 29 anni), incatenati e malnutriti. All’uomo è contestato anche un atto osceno su un figlio minore di 14 anni. Rischiano sino a 94 anni di prigione.

A mettere fine all’incubo nella casa degli orrori di Perris, in California, era stata una figlia di 17 anni, riuscita a scappare e a telefonare ad un numero di emergenza. Il rappresentante dell’accusa ha sostenuto che la coppia puniva i propri figli legandoli, inizialmente con delle corde e poi incatenandoli ai letti con lucchetti, per settimane o mesi.

Scioccanti i dettagli rivelati in aula: i bambini erano abituati a frequenti percosse, compreso lo strangolamento; potevano fare solo una doccia l’anno; erano costretti a rimanere svegli sino alle 4-5 di notte e dormire durante il giorno; potevano mangiare solo una volta al giorno ma occasionalmente i genitori compravano del cibo, come i dolci di zucca, e lo lasciavano in un posto dove i figli potevano vederlo ma non consumarlo; venivano puniti se si lavavano le mani al di sopra dei polsi; non erano liberati dalle catene se dovevano andare al bagno.

Nessuno di loro è mai stato visto da un dottore o un dentista in oltre quattro anni e i bambini sono privi della conoscenza base della vita: non sapevano neppure chi è un poliziotto. Tutti erano denutriti, a parte il bimbo di due anni: il dodicenne pesava come un ragazzino di sette, il ventinovenne 37 kg. Sette fratelli hanno una invalidità cognitiva e neuropatica, “come risultato di questo estremo e prolungato abuso fisico”. Ad un certo punto i genitori avrebbero vissuto in una casa diversa e lasciato il cibo ai figli di tanto in tanto.