Casimir Pulasky, eroe della Rivoluzione americana, in realtà “era una donna”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 7 aprile 2019 7:00 | Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2019 21:28
Casimir Pulasky, eroe della Rivoluzione americana, in realtà "era una donna"

Casimir Pulasky, eroe della Rivoluzione americana, in realtà “era una donna”

ROMA – Casimir Pulasky, l’eroe della Rivoluzione americana, in realtà era una donna? Secondo gli scienziati della Georgia Southern University, il “padre della cavalleria americana” che bloccò l’esercito britannico era di genere femminile. I ricercatori, dopo aver esaminato dei resti delle ossa e aver effettuato il confronto del DNA con quello di una nipote, al riguardo non hanno dubbi: Pulaski era una donna. 

Della scoperta se ne parla in nuovo documentario, “The General Was Female?” della serie Americas’ Hidden Stories in onda su Smithsonian Chanell’s. Nel documentario si ipotizza che Pulaski avesse l’iperplasia surrenale congenita, causa di pseudoermafroditismo, le anomalie dei genitali rischiano di far sembrare le bambine dei bambini.

“E’ l’unica spiegazione alle caratteristiche che abbiamo esaminato”, ha dichiarato Virginia Hutton Estabrook della Georgia Southern University, al Chicago Tribune.

Oltre alla pelvi dall’aspetto femminile, i ricercatori affermano che anche la mascella e la struttura del volto sono femminili. I ricercatori sono certi che lo scheletro esaminato sia quello di Pulaski: c’erano prove che praticasse equitazione, aveva un’altezza simile al generale polacco e una ferita analoga a quella riportata in battaglia da Pulaski. I risultati del team sono attualmente in fase di revisione dal Journal of Forensic Anthropology.

Nato in Polonia nel 1745, Pulaski combatté contro la Russia: ingiustamente accusato di aver tentato di assassinare il re polacco, andò in esilio in Francia dove sentì parlare della Rivoluzione americana e a Parigi incontrò Benjamin Franklyn. Si trasferì negli USA per combattere e, secondo gli storici, durante una battaglia probabilmente salvò la vita da George Washington bloccando le forze britanniche.

Nel 1779, il comandante generale della cavalleria venne ucciso a Savannah a soli 34 anni. In America è stato istituito in sua memoria il Casimir Pułaski Day. Inizialmente fu sepolto in una piantagione di Savannah, ma le sue spoglie nel 1854 furono traslate sotto il monumento a lui dedicato. Pulaski non si è mai sposato né ha avuto figli, ma per gran parte della sua vita ebbe una lunga corrispondenza epistolare con un’amica. (Fonte: Daily Mail)