Che Guevara, in vendita l’appartamento in Argentina in cui nacque

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Giugno 2020 17:01 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2020 17:01
In vendita l'appartamento di Che Guevara in Argentina

Che Guevara, in vendita l’appartamento in Argentina in cui nacque (Foto Ansa)

BUENOS AIRES  –  Torna in vendita la casa di Ernesto ‘Che’ Guevara. Si tratta dell’appartamento di 190 metri quadrati nel centro di Rosario, in Argentina, in cui il mito della ‘revolución’ nacque il 14 giugno 1928.

Qui visse i primissimi anni della sua vita insieme ai genitori, appartenenti alla alta borghesia argentina. 

L’ampio appartamento si trova nella calle Entre Rios 480, in un edificio bianco progettato in stile francese dall’architetto argentino Alejandro Bustillo.

Fino al 2002 era appartenuto ad Alicia Maria Repetto che lo aveva acquistato senza conoscere il valore storico che lo caratterizzava.

L’appartamento fu rilevato successivamente dall’imprenditore Francesco Farruggia che in Brasile giovedì ne ha annunciato la vendita.

L’alloggio è da tempo meta fissa di personalità e turisti di tutto il mondo in visita a Rosario.

Fra questi, anche i figli del guerrigliero argentino-cubano ucciso in Bolivia nel 1967, Aleida e Camilo e i suoi vecchi compagni di lotta Harry Villegas ‘Pombo’ e Alberto Granados, partner quest’ultimo del viaggio in motocicletta in Sudamerica che formò la coscienza politica di Guevara.

La casa, fra l’altro, ad un certo punto sarebbe dovuta diventare un centro culturale internazionale, ma la morte di due dei suoi promotori argentini, lo scrittore Roberto Fontanarossa e la cantante Mercedes Sosa, impedì che questo sogno divenisse realtà.

Commentando il proposito di vendita, Farrugia ha dichiarato che “certo, non possiamo esigere dall’acquirente che si impegni a mantenere aperta la possibilità di visitare l’appartamento, ma esaminando le offerte cercheremo di privilegiare qualcuno disposto a conservarne almeno la memoria storica”.

Che Guevara e i problemi respiratori

A causa di gravi problemi respiratori diagnosticati nel 1931 al piccolo Ernesto, la famiglia si trasferì prima a Cordoba, e poi nella cittadina di Altagracia.

Qui il futuro ‘Che’ visse fra i cinque ed i 17 anni, e qui si trova oggi la sua casa-museo che nel luglio 2007, al termine di un vertice del Mercosur, vide la visita dell’allora presidente venezuelano Hugo Chavez e di Fidel Castro. (Fonti: Ansa, Bbc)