Cronaca Mondo

Chicago. Quattordicenne uccide sorellina con 40 coltellate: “Non ringraziava mai”

Chicago. Quattordicenne uccide sorellina con 40 coltellate: "Non ringraziava mai"

Chicago. Quattordicenne uccide sorellina con 40 coltellate: “Non ringraziava mai”

CHICAGO. Quattordicenne uccide sorellina con 40 coltellate: “Non ringraziava mai”. Quando la Polizia è entrata dentro casa non ha fatto una piega: la sorellina era adagiata senza vita sul letto, lei, appena quattordicenne, ha mentito spiegando che un ispanico era entrato dentro casa. Ma aveva i capelli ancora sporchi di sangue: quando gli agenti lo hanno notato ha detto la verità, senza versare una lacrima. La piccola Dora, undici anni, figlia di un padre diverso, ha pagato con 40 coltellate la sua poca disponibilità a dire grazie.

La quattordicenne (il suo nome è protetto dalla privacy) aveva ancora una volta bisticciato con la sorellina, forse mai troppo amata per via del padre. Stavolta il litigio ha avuto un epilogo così sanguinoso da far dimenticare che si tratta di bambine. Colpi inferti con violenza sul collo, sulla pancia sui piccoli avambracci protesi a difendersi da quella furia improvvisa. Anche alla centrale di Polizia la giovane meno che adolescente ha mantenuto una calma, un distacco agghiaccianti, di fronte a una madre che versava fiumi di lacrime. Era stata lei a ordinarle di chiamare la Polizia quando per telefono la figlia l’ha avvertita che Dora stava male e si dibatteva nel letto. Le aveva anche suggerito il goffo tentativo di depistaggio.

To Top