Cile. Cinque dei 33 minatori soffrono di depressione

Pubblicato il 27 Agosto 2010 21:12 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2010 0:09

Il ministro della sanità cileno Jaime Manalich ha reso noto che gli psicologi che seguono i 33 minatori intrappolati a 700 metri di profondità hanno riscontrato che cinque di essi non hanno voluto apparire nel filmato, girato dai compagni, perché hanno scelto di ”isolarsi dagli altri, non si alimentano bene e potrebbero essere depressi”.

Il ministro ha precisato che gli psicologi già oggi si metteranno in contatto con loro. ”Cercheremo di mettere in atto una particolare terapia a distanza con ognuno”, ha assicurato il ministro che ha aggiunto che agli uomini intrappolati ”per ora vengono somministrate 1.200 calorie al giorno che, da domenica prossima, saranno portate a 2.000”.

La perforatrice da 30 tonnellate Strata 950 intanto si sta avvicinando alla miniera di Copiapo e dovrebbe essere messa in funzione a partire da domenica prossima. Lo ha confermato venerdì al quotidiano ‘La Tercera’ uno degli ingegneri cileni impegnati nei soccorsi.