Cile. Primo contatto telefonico con i 33 minatori intrappolati, stanno bene

Pubblicato il 23 Agosto 2010 23:06 | Ultimo aggiornamento: 23 Agosto 2010 23:36

Il ministro delle risorse minerarie, Laurence Golborne, ha stasera parlato per telefono con i 33 minatori intrappolati a 700 metri di profondità in una galleria della miniera San José. Il ministro ha dichiarato che il loro stato d’animo è buono e che hanno urlato ‘Viva il Cile’.

”Abbiamo raccontato loro che in superficie c’era un accampamento con le loro famiglie e abbiamo porto loro i saluti del presidente della Repubblica – ha detto Golborne – ci siamo resi conto che sono ben organizzati, immediatamente hanno dato il telefono al capo di turno, don Lucho, che tranquillamente e con grande controllo della situazione ci ha informati di tutto quello che occorre loro”.

Il ministro ha detto anche che i minatori hanno confermato che stanno bene, che non hanno avuto problemi di salute a parte l’irritazione agli occhi dovuta alla polvere, che vorrebbero avere spazzolini da denti. Hanno chiesto notizie dei loro compagni che erano usciti poco prima del crollo e hanno gridato di gioia sapendo che anche loro erano tutti salvi.

Gli uomini hanno anche spiegato di non aver potuto utilizzare il rifugio in galleria per problemi di ventilazione. Il ministro ha confermato di aver parlato con tutti gli uomini intrappolati ma di non aver detto loro che potrebbero essere necessari quattro mesi per riportarli in superficie.