Togo. Scheletri e teschi nel cimitero personale dello stregone

Pubblicato il 8 ottobre 2012 14:58 | Ultimo aggiornamento: 8 ottobre 2012 14:59

Teschi umaniTUNISI – Almeno due scheletri e 36 teschi umani. Questo il cimitero “personale” di uno stregone di Agbavi, in Togo, come scrive il sito Afrik.com. La polizia ha arrestato Agbodji Aholou. Lo stregone utilizzava i resti umani per i suoi riti “magici”. L’intervento della polizia è arrivato dopo la denuncia di un giovane, che si è risvegliato nel cimitero casalingo dopo aver bevuto una pozione per rinforzare la sua salute.

Il giovane, dopo avere bevuto una pozione preparata dallo stregone, si è addormentato e, al suo risveglio, si è ritrovato circondato da scheletri e teschi. Fuggito, il giovane non ha tenuto per sé la disavventura, ma l’ha raccontata al fratello, che si è rivolto alla polizia.

Aholou ha detto alla polizia che scheletri e teschi gli erano stati procurati da ”pastori e preti”, provocando l’indignazione della locale comunità cristiana.