Cronaca Mondo

Cina, la diga rischia di cedere: evacuati in migliaia

Oltre 9000 persone sono state evacuate oggi dalla città di Golmund nella provincia nord occidentale cinese del Qinghai, a causa di fratture nella diga di Wenquan dovuta all’innalzamento del livello dell’acqua per le forti piogge. Lo scrive l’agenzia Nuova Cina. Le autorità governative hanno già allestito campi di tende dove sono state ospitate oltre 2000 famiglie che vivevano intorno al bacino idrico di Wenquan.

Sono diverse le crepe notate nella parete dell’argine che si trova a 127 km dalla città di Golmud. La preoccupazione delle autorità è forte perchè se dovesse collassare, oltre 205mila abitanti della zona sarebbero sommersi dall’acqua alta oltre 4 metri. L’inondazione potrebbe colpire anche la linea ferroviaria Qinghai-Tibet, la più alta del mondo.

La riserva d’acqua di Wenquan non ha mai avuto una buona manutenzione, anche perchè la zona è normalmente secca. La diga è stata concepita per ospitare 70 milioni di metri cubi d’acqua, mentre attualmente ci sono 230 milioni di metri cubi. L’acqua continua a salire dal momento che le piogge continuano.

To Top