Cina, muore dopo aver donato sperma 5 volte in 2 mesi. Il padre fa causa

Pubblicato il 4 Luglio 2012 16:23 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2012 16:38

CINA – Uno studente di medicina è morto in Cina dopo aver donato lo sperma per la quinta volta in due mesi.Per questo, il padre del ragazzo, Zheng Jinglong, ha fatto causa alla University of Science and Technology di Huazong, nella provincia di Hubei, cui la banca del seme fa capo. L’uomo chiede un risarcimento danni di 4 milioni di yuan (circa 500 milioni di €). Le cause dell’improvvisa morte del giovane non sono ancora chiare, sebbene l’ospedale abbia dichiarato il decesso come “accidentale”.

Ma il padre di Zheng Gang sostiene, dalla sua, che il figlio era in perfetta salute e poco prima di morire si era sottoposto a un check up completo che non aveva riscontrato patologie. Inoltre l’uomo avrebbe anche chiesto un’autopsia, numerose volte, ma l’Università si è sempre rifiutata.

Il tribunale locale di Wuhan, capitale della provincia, ha accolto il caso. L’università ha già ricompensato la famiglia con 88 mila yuan in “aiuti umanitari” e ha cancellato la tassa di iscrizione della moglie di Zheng, anche lei candidata al dottorato in medicina presso l’ateneo.

Ad ogni modo l’Università ha sempre negato qualsiasi collegamento con la morte dello studente. Anzi, sul sito web della banca del seme ssi legge che “un donatore qualificato deve donare il suo seme tra le 8 e le 15 volte in 6 mesi con un guadagno che va dai 3.800 ai 4.800 yuan”. Ma non è tutto, un’ulteriore premio di 200 yuan viene corrisposto a chi compie l’impresa in tre mesi.

5 x 1000