Cina. Donna tibetana si immola col fuoco, 141 dal 2009

Pubblicato il 29 Agosto 2015 9:39 | Ultimo aggiornamento: 29 Agosto 2015 9:39
Il Dalai Lama

Il Dalai Lama

CINA, PECHINO – Una donna tibetana si è suicidata dandosi fuoco nella contea di Sangchu, in una area a popolazione tibetana nella provincia cinese del Gansu, secondo fonti di esuli tibetani.

La donna, Tashi Kyi, è la 141/ma persona ad autoimmolarsi per protestare contro la politica cinese nel territorio. La prima autoimmolazione è avvenuta nel 2009 e questa drammatica forma di protesta ha avuto il suo picco nel 2012.

In quell’anno 83 tibetani si sono autoimmolati dopo aver lanciato slogan o lasciato messaggi chiedendo il ritorno del Dalai Lama, il leader spirituale del buddhismo tibetano e premio Nobel per la pace che vive in esilio in India dal 1959.