Cina, salgono a otto i suicidi nella fabbrica dei pezzi per l’iPad

Pubblicato il 21 maggio 2010 8:03 | Ultimo aggiornamento: 21 maggio 2010 8:36

E’ l’ottavo suicidio in casa Foxconn. Nella fabbrica della Foxconn, la società che produce componenti elettroniche anche, fra gli altri, per l’iPad della Apple.

Stamattina all’alba un giovane di 21 anni, Nan Gang, si è lanciato dal palazzo a Shenzhen, nel sud della Cina, nel quale é ospitato il dormitorio per i dipendenti della società di Taiwan. Salgono così a otto vittime di suicidi su dieci tentati suicidi.

La Foxconn, appartenente al gruppo taiwanese Hon Hai Group, si occupa di tecnologia e ha tra i suoi clienti la Sony Ericsson e la Apple, per la quale producono in particolare parti dell’Ipad e dell’Ipod. Conta 800 mila dipendenti in Cina, 420 mila solo nella fabbrica di Shenzhen.