Cina, si spedisce per posta all’amata ma nel tragitto resta quasi soffocato

Pubblicato il 5 Febbraio 2013 20:31 | Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio 2013 20:32
Cina, si spedisce per posta all'amata ma nel tragitto resta quasi soffocato

Cina, si spedisce per posta all’amata ma nel tragitto resta quasi soffocato

PECHINO – Voleva fare una sorpresa alla sua fidanzata ma nel compiere il romantico gesto ci ha quasi rimesso le penne. Il giovane innamorato, si è impacchettato e spedito per posta all’amata, ma nel tragitto si è quasi ammazzato.

In teoria il piano era stato organizzato nei minimi dettagli: Hu Seng, questo il nome del protagonista della bravata, si è fatto sigillare in uno scatolone da un amico, poco prima che arrivasse il corriere espresso. Fondamentale a quel punto sarebbe stata la tempestività reclamizzata dalla ditta di spedizioni: il tuo pacco entro mezzora ovunque desideri.

Nel frattempo un altro complice era incaricato di attendere a casa della fidanzata, armato di telecamera per catturare l’espressione di sorpresa di lei nel momento in cui lui fosse saltato fuori dallo scatolone.

Solo che il corriere ha sbagliato strada e anziché consegnare il pacco in 30 minuti ci ha impiegato svariate ore. Ore durante le quali il giovane è rimasto rannicchiato nello scatolone e senza ossigeno. Per essere sicuro che lo scherzo reggesse Seng aveva scelto una scatola particolarmente resistente, sulle cui pareti era quasi impossibile praticare dei fori.

Il pacco è infine giunto a destinazione ma anziché filmare lo stupore della fidanzata, l’amico ha assistito allo sguardo atterrito della giovane che ha rinvenuto il suo amato ormai incosciente e quasi morto soffocato. Seng è stato salvato grazie all’intervento tempestivo dei medici del pronto soccorso. “Non volevo urlare per non rovinare la sorpresa” racconterà poi, ma la ditta di trasporti lo ha ammonito: “Non avevamo idea del contenuto della scatola, al solo sospetto avremmo rifiutato la commissione”.