Cina, traffico illegale di organi: arrestate 18 persone

Pubblicato il 27 ottobre 2011 14:25 | Ultimo aggiornamento: 27 ottobre 2011 14:25

SHANGHAI, 27 OTT – La polizia cinese ha sventato un traffico illegale di organi nella provincia orientale dello Shandong: arrestate 18 persone coinvolte. Lo riferisce l'agenzia Nuova Cina.

Nel mirino degli inquirenti due cliniche, che erano sotto stretta sorveglianza da tempo, dove i medici effettuavano i trapianti. Al termine delle indagini, domenica notte, la polizia ha fatto irruzione nelle due strutture sanitarie, collegate tra loro e site a poca distanza l'una dall'altra, sorprendendo alcuni chirurghi impegnati in trapianti del rene.

La Cina vieta la donazione di organi da donatori viventi, fatta eccezione per i coniugi, i parenti stretti e figli adottivi. Nonostante il divieto, pero' i casi di vendita di organi e trapianti illegali sono in aumento. La forte domanda ha inoltre fatto lievitare i prezzi per l'acquisto degli organi.

Solo poco tempo fa, tre medici erano stati arrestati, sempre per il loro coinvolgimento in un'attivita clandestina di commercio di organi, nella provincia dell'Hebei.