Cina/ Tre operai escono vivi da una miniera di carbone a Xinqiao dove erano rimasti sepolti per 25 giorni

Pubblicato il 13 Luglio 2009 9:14 | Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2009 9:14

Una vicenda che ha del miracoloso. Tre minatori cinesi sono stati trovati vivi dopo essere rimasti intrappolati per ben 25 giorni dentro la miniera di carbone di Xinqiao, nel sud ovest del Paese, a causa di una frana.

I minatori sono riusciti a sopravvivere bevendo l’acqua che spillava dalle rocce. Attualmente sono ricoverati in ospedale. Secondo quanto reso noto dal direttore dell’ufficio propaganda di Qinglong, nella provincia di Guizhou, le condizioni di salute dei lavoratori sono stabili.

La miniera di Xinqiao, nella provincia di Guizhou, era stata invasa dall’acqua il 17 giugno dopo il cedimento di una parete. Un minatore era rimasto ucciso e altri dieci operai erano rimasti intrappolati nel pozzo in profondità. Stando a quanto riferito dall’agenzia di stampa Nuova Cina, la miniera non rispettava le norme di sicurezza.