Cleveland: 4 cadaveri in decomposizione trovati nella casa della droga

di Caterina Galloni
Pubblicato il 27 Settembre 2019 6:29 | Ultimo aggiornamento: 26 Settembre 2019 17:52
Cleveland: quattro cadaveri in decomposizione trovati nella casa della droga

Una volante della polizia a Cleveland (foto Ansa)

ROMA – Scoperti a Cleveland, Ohio, quattro corpi in decomposizione, tra cui due giovani di 20 e 23 anni, con ferite da arma da fuoco: i cadaveri erano in una casa disabitata e utilizzata per il commercio di stupefacenti.

La polizia, chiamata sul posto dopo la scoperta di un corpo, ha avviato le indagini per omicidio. I cadaveri delle quattro persone erano in una camera da letto, all’interno dell’abitazione i poliziotti hanno trovato un’arma ma non è chiaro se sia quella utilizzata per gli omicidi. Al momento le autorità non sanno a quando risalgano i decessi né chi ci sia dietro la morte degli uomini.  

Il coroner della contea di Cuyahoga ha identificato due vittime attraverso le impronte digitali: il ventenne Dejuan Willis e il 23enne Christopher Monroe, entrambi di Cleveland.

A News5, una donna ha affermato che suo figlio era una delle quattro vittime e non aveva sue notizie da più di due settimane. Kevin Bishop, consigliere comunale di Cleveland, ha spiegato che il quartiere è noto per i problemi con i senzatetto e gli stupefacenti.

Cleveland: nel 2013 il caso dell’orco Ariel Castro.

Nel 2013 Cleveland fu scossa dalla storia dell’orco Ariel Castro. Una camera della tortura con catene, lucchetti e guinzagli. Quei guinzagli che Ariel Castro, orco di Cleveland, avrebbe usato per portare in giardino Amanda Berry, Gina Dejesus e Michelle Knight. Una camera dove la “raccapricciante brutalità” delle torture subite dalle tre ragazze veniva celata tra le mura bianche di una casa dall’apparenza normalissima. La polizia non svela i dettagli dell’orrore, ma dichiara: “Ariel Castro creò una camera della tortura a casa sua, che per dieci anni è stata una prigione privata nel cuore della città. La raccapricciante brutalità delle torture che queste ragazze hanno subito lungo questi dieci anni sono al di là di ogni umana comprensione”. (Fonte DailyMail).