Clive Blunden, il 65enne che dopo aver divorziato si è sposato con… la suocera

di Caterina Galloni
Pubblicato il 20 Settembre 2020 7:58 | Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2020 17:06
Clive Blunden, foto d'archivio Ansa di un matrimonio

Clive Blunden, il 65enne che dopo aver divorziato si è sposato con… la suocera (foto Ansa)

L’amore vince su tutto. La Corte europea ribaltando una legge risalente a 500 anni fa, nel 2007 ha permesso al 65enne Clive Blunden di convolare a nozze con la suocera Brenda di 77 anni dopo 30 anni di fidanzamento.

Nel 1997, dopo aver annunciato l’intenzione di sposarsi con la suocera, Blunden, di Warrington, Cheshire, era stato arrestato.

Rischiava fino a sette anni di carcere a causa di un “legittimo impedimento”, per cui la coppia aveva deciso di cambiare legalmente il cognome di Brenda. Clive ha poi continuato a impegnarsi affinché la legge fosse modificata e dieci anni dopo, nel 2005, è stata ribaltata dalla Corte europea. Al Mirror, Blunden ha detto:

“Le persone pensavano che la relazione non sarebbe durata.

Ma siamo più legati che mai. Stiamo insieme 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e in questo c’è qualcosa di magico”. Brenda ha aggiunto:”Clive è un gentiluomo e si prende cura di me.

A volte sono polemica ma lui sa come calmarmi”. L’ex moglie di Clive, Irene Little, non ha partecipato al matrimonio e nel 2012 a The People aveva detto si sentirsi “totalmente tradita” dalla madre.

“Questa persona che sorride e ride con il mio ex, posa per le fotografie mi è totalmente estranea”.

Nel 2005 i giudici europei per i diritti umani avevano concesso a una donna britannica il diritto di sposare il suocero. Una sentenza che obbligava il Regno Unito a modificare la legge britannica in modo che potesse diventare la moglie del padre dell’ex marito.

Il governo aveva affermato che la legge esistente proteggeva la famiglia e la moralità, impediva la competizione ses*uale tra genitori e figli e metteva i bambini al riparo da confusione, ansia e problemi.

I sette giudici europei sostenevano che il divieto britannico infrangesse l’articolo 12 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo (CEDU), che conferisce a uomini e donne il diritto di sposarsi. Clive e Brenda avevano iniziato a frequentarsi nel 1989, quattro anni dopo aver divorziato da Irene.

Parlando di come fosse iniziata la loro relazione, in precedenza aveva detto alla BBC:

“Andavo a trovare i bambini a casa. “Ero solo da quattro anni. Abbiamo iniziato a parlare, siamo andati a bere un drink, a mangiare, come accade per qualsiasi altra relazione”.

Ha aggiunto che per la famiglia, la notizia inizialmente è stata uno shock ma nel tempo i rapporti sono diventati più amichevoli. Clive e Irene si erano sposati nel 1977, hanno avuto due figlie, e divorziato nel 1985.

Irene ha accusato Clive di aver avuto un atteggiamento violento durante il matrimonio, ma l’ex marito ha negato. Riferendosi alla madre, ha aggiunto:

“Mi dispiace per lei e temo per la sua incolumità, ma sa esattamente con chi ha a che fare”.

Ha raccontato che dopo il divorzio Brenda l’ha sostenuta, aveva confidato alla madre il presunto comportamento violento dell’ex marito. Clive e Brenda hanno respinto le accuse di Irene e l’uomo aveva spiegato che il matrimonio era finito a causa dei turni di notte richiesti dal lavoro. (Fonte: Daily Mail)