Colombia, Roberto Gaiottino e la moglie Claudia Patricia Xabala Dominguez uccisi in strada

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 giugno 2018 11:43 | Ultimo aggiornamento: 18 giugno 2018 11:43
Colombia, Roberto Gaiottino e la moglie Claudia Patricia Xabala Dominguez uccisi in strada

Colombia, Roberto Gaiottino e la moglie Claudia Patricia Xabala Dominguez uccisi in strada

BOGOTA’ – Un imprenditore italiano, Roberto Gaiottino, di 44 anni, e la moglie colombiana, Claudia Patricia Xabala Dominguez, di 36 anni, sono stati uccisi in strada in Colombia, davanti ad un ristorante di Risaralda, città d’origine della donna. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Nessuna rapina finita male: secondo la polizia si tratterebbe di una doppia esecuzione.

I due sono stati freddati con diversi colpi di pistola alla testa sabato sera, 16 giugno, intorno alle 22 nell’elegante quartiere del parco La Rebeca, sulla Avenida Circunvalar de Pereira.  Avevano cenato con un amico colombiano, rimasto illeso nella sparatoria.

L’assassino era atteso da un complice su un’auto che s’è poi allontanata. La polizia federale ha subito avviato le indagini, acquisendo computer e smartphone della coppia.

Claudia Xabala viveva a Barbania da una quindicina d’anni ma spesso tornava in Colombia per trovare familiari e amici. In Piemonte faceva la casalinga e si occupava di beneficenza, mentre il marito era imprenditore edile.

Adesso la polizia dovrà capire come mai la coppia sia stata uccisa. Dalla dinamica dell’agguato sembra trattarsi non di una rapina finita male ma di una vera e propria duplice esecuzione.

Secondo quanto scrive Repubblica, 

Roberto Gaiottino, che appartiene a una dinastia di imprenditori edili, aveva da tempo allargato gli interessi della sua impresa – la Mivilla italiana – anche alla Colombia. La polizia lavorerà anche in questa direzione per provare a spiegare il duplice omicidio che ha sconvolto il piccolo centro di Barnania dove la coppia viveva in una villa del centro.