Congo, almeno 6 ranger uccisi in una imboscata nel parco santuario dei gorilla di montagna

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Gennaio 2021 13:24 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2021 13:24
Covid anche nei gorilla, molti positivi allo zoo di San Diego: il virus gliel'ha passato un uomo

Covid anche nei gorilla, molti positivi allo zoo di San Diego: il virus gliel’ha passato un uomo (foto Ansa)

Domenica un gruppo di uomini armati ha attaccato i ranger del parco nazionale di Virunga, nella Repubblica Democratica del Congo. Sono almeno sei i ranger morti.

L’attacco è avvenuto nella regione di Nyamitwitwi, al centro della riserva naturale, che è un sito UNESCO e si trova a pochi chilometri da Uganda e Ruanda. 

La riserva è un vero e proprio santuario per i gorilla di montagna, una specie in via di estinzione.

Il parco è il più antico dell’Africa e inoltre è la più grande riserva di foresta pluviale tropicale. Foresta che si estende per 7.800 chilometri quadrati.

Nell’area da anni  imperversano diverse milizie militari. Milizie che si contendono le varie risorse naturali.

Congo, almeno 6 ranger uccisi in una imboscata. Le parole del portavoce del parco

L’identità degli aggressori non è ancora ufficialmente nota, ha detto Olivier Mukisya, un portavoce del parco.

Portavoce che ha aggiunto: “Confermiamo questa triste notizia. Un gruppo di uomini armati ha attaccato le nostre posizioni nella regione di Nyamitwitwi, nel mezzo del Parco nazionale di Virunga. I ranger sono stati colti di sorpresa e non hanno avuto la possibilità di difendersi”.

Secondo la direzione del parco i responsabili sono le milizie Mai- Mai.

Non è la prima volta infatti che queste milizie si rendono protagoniste di attacchi simili.

In totale si calcola che nel tempo più di 200 ranger sono morti caduti in agguati simili. L’ultimo era stato registrato il 12 aprile. (Fonte: Reuters)