Corea del Nord, l’agenzia per il nucleare punta a una nuova ispezione

Pubblicato il 20 Dicembre 2011 17:12 | Ultimo aggiornamento: 20 Dicembre 2011 17:29

TOKYO, 20 DIC – L'Agenzia internazionale per l' energia atomica (Aiea) spera di poter inviare i propri ispettori in Corea del Nord allo scopo di controllare di nuovo il complesso nucleare di Yongbyon, a circa 60 km da Pyongyang. E' l'auspicio del direttore generale dell'Agenzia dell'Onu, Yukiya Amano, espresso a maggior ragione dopo la scomparsa del 'caro leader' Kim Jong-il, stroncato sabato da un infarto.

''L'invio degli ispettori all'impianto di Yongbyon e' un passaggio indispensabile verso il processo di denuclearizzazione della penisola coreana'', ha aggiunto Amano, nel corso di una visita a Tokyo, pur ammettendo che e' troppo presto per ipotizzare sviluppi sull'intera situazione. La Corea del Nord ha espulso gli esperti nucleari di Aiea e statunitensi ad aprile del 2009, come ritorsione dopo la dichiarazione di condanna del Consiglio di sicurezza Onu verso uno dei numerosi test balistici fatti da Pyongyang. Amano, secondo i media nipponici, ha anche aggiunto di aver dato disposizione per la raccolta di tutte le informazioni possibili, visto che l'Aiea rimarra' coinvolta nella questione nucleare nordcoreana.