Corea del Nord, lanciato nuovo missile ipersonico nel Mar del Giappone

di Caterina Galloni
Pubblicato il 3 Ottobre 2021 - 15:00 OLTRE 6 MESI FA
Corea del Nord, lanciato nuovi missile ipersonico nel Mar del Giappone

Corea del Nord, lanciato nuovi missile ipersonico nel Mar del Giappone (foto d’archivio Ansa)

La Corea del Nord ha lanciato un nuovo missile nel Mar del Giappone, episodio in concomitanza con un’intensificazione dei test sulle armi. Il che, ancora una volta, scatena i timori di una prossima terza guerra mondiale.

Secondo quanto riferisce il Sun, i media statali hanno annunciato che Kim Jong-un spera di accrescere “mille volte le capacità di difesa del regime”.

Le parole dell’ambasciatore della Corea del Nord all’Onu

Prima del lancio del missile, l’ambasciatore della Corea del Nord intervenendo all’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha lanciato l’avvertimento che nessuno potrà negare alla nazione il diritto di testare le armi. Una dichiarazione che potrebbe spegnere le speranze di un passo avanti nelle relazioni con la Corea del Sud.

L’influente sorella di Kim, Kim Yo-jong, in precedenza ha espresso la volontà di un’apertura. All’ONU, Kim Song pur parlando di “reciproco rispetto”, ha chiesto alla Corea del Sud di “smettere di lanciare commenti impudenti. Stiamo solo costruendo la nostra difesa nazionale per difenderci e salvaguardare in modo affidabile la sicurezza e la pace del Paese”.

Il nuovo missile ipersonico Hwasong-8

I media statali hanno riferito che la Corea del Nord ha testato con successo un nuovo missile ipersonico planante, Hwasong-8, capace di soddisfare “tutte le specifiche tecniche dei requisiti di progettazione”. L’agenzia ufficiale KCNA ha aggiunto che il lancio ha avuto un “grande significato strategico”.

L’esercito USA ha comunicato di essere a conoscenza del lancio del missile ma che non rappresentava una minaccia immediata per il personale statunitense o i suoi alleati.

Il comando nell’indo-pacifico degli Stati Uniti ha comunque affermato che il lancio “ha evidenziato l’impatto destabilizzante del programma di armi illecite della Corea del Nord“. Il Giappone, in seguito al lancio del missile, ha disposto di intensificare la sorveglianza sulla Corea del Nord. Il ministero della Difesa giapponese ha affermato che che potrebbe trattarsi di un missile balistico e in questo caso violerebbe le risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell’ONU imposte alla Corea del Nord.