Corea del Sud, 51 guariti dal coronavirus sono tornati positivi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Aprile 2020 20:13 | Ultimo aggiornamento: 6 Aprile 2020 20:13
Coronavirus, Ansa

Corea del Sud, 51 guariti dal coronavirus sono tornati positivi (foto Ansa)

ROMA – E’ la cosa che forse preoccupa di più. E’ la cosa che forse può tenerci più lontano dalla cosiddetta fase 2. In Corea del Sud 51 persone, dopo essere ufficialmente guarite, sono di nuovo tornate positive al coronavirus.

Lo ha reso noto il centro per il controllo e la prevenzione delle malattia, spiegando però che c’è un’alta probabilità che il virus resti in alcune cellule e che venga riattivato, piuttosto che le stesse persone lo contraggano una seconda volta.

Quindi probabilmente qualcuno guarisce, ma guarisce solo sulla carta, per poi tornare positivo. Almeno questo quel che spiegano dalla Corea del Sud.

Anche perché hanno contratto il virus in un tempo breve rispetto all’uscita dalla quarantena.

Le autorità sanitarie di Seul hanno annunciato l’invio di una squadra per condurre una indagine epidemiologica e verificare le cause del nuovo contagio.

Intanto, in Corea del Sud, sono 47 i nuovi casi, il dato più basso mai registrato dalla fine di febbraio.

I casi totali sono 10.284. Nelle ultime 24 ore ci sono stati altri tre decessi che hanno portato a 186 il numero complessivo dei morti in Corea del Sud dall’inizio dell’emergenza.

I contagi di oggi sono stati registrati in particolare a Seul e nella provincia vicina di Gyeonggi e non negli epicentri della diffusione del virus ovvero la città di Daegu e la provincia di Gyeongsang. (Fonte: Adnkronos).