Coree. La sorella di Kim comanda l’invio di truppe nell’area smilitarizzata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2020 11:20 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2020 11:20
Coree. La sorella di Kim comanda l'invio di truppe nell'area smilitarizzata

Coree, sale la tensione al confine. Nella foto Ansa Kim Yo-jong, sorella di Kim

ROMA – Coree: le truppe della Corea del Nord si stanno riposizionando in due aree smilitarizzate in base agli accordi di non aggressione con la Corea del Sud.

Coree: tensione al confine

All’indomani della spettacolare demolizione dell’ufficio di collegamento intercoreano di Kaesong, la Kcna ha riferito il contenuto di un dispaccio di Kim Yo-jong che desta nuove preoccupazioni.

La potente sorella del leader Kim Jong-un ha respinto l’offerta di Seul di mandare al Nord inviati speciali dopo la distruzione del simbolo della cooperazione bilaterale.

Criticando la proposta del presidente sudcoreano Moon Jae-in di riavvio del dialogo.

Del resto Kim Yo Jong era sembrata più che convinta del cambio di rotta.

“Ritengo sia l’ora di rompere con le autorità sudcoreane. Presto compiremo altre azioni”.

Così minacciava dopo giorni di dichiarazioni bellicose da parte della Corea del Nord in risposta al lancio di volantini anti-Pyongyang da parte di attivisti sudcoreani al confine tra i due Stati.

L’ufficio di collegamento intercoreano è stata solo il primo esplosivo avvertimento.

Seul minaccia ritorsioni in caso di azioni militari

I militari sudcoreani hanno messo in guardia la Corea del Nord: “Pagherete un prezzo” nel caso adotti azioni militari contro il Sud.

In una nota il Comando di stato maggiore congiunto di Seul ha affermato che si tratta di mosse che “bloccano gli sforzi di due decenni per migliorare le relazioni e riportare la pace”. (fonte Ansa)