Coronavirus, l’accusa dell’Oms: “Alcuni Paesi non fanno nulla, non hanno preso sul serio l’emergenza”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Marzo 2020 18:36 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2020 18:36
Coronavirus, l'accusa dell'Oms: "Alcuni Paesi non fanno nulla"

Coronavirus, l’accusa dell’Oms: “Alcuni Paesi non fanno nulla” (nella foto ANSA Tedros Adhanom Ghebreyesus, il direttore generale dell’Organizzazione)

ROMA – “Siamo preoccupati per il fatto che una lunga lista di Paesi non abbiano preso abbastanza sul serio” il coronavirus che ha ucciso 3.300 persone nel mondo “o abbiano deciso che non possono fare nulla”: lo ha detto il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Siamo preoccupati – ha aggiunto – che in alcuni Paesi il livello di impegno politico e le azioni che dimostrano tale impegno non corrispondano al livello della minaccia che tutti affrontiamo”.

Ci sono Paesi che “hanno pianificato scenari come questo per decenni. Ora è il momento di agire su quei piani”, ha detto ancora Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Questi sono piani che iniziano con la leadership dall’alto, coordinando ogni parte del governo, non solo il ministero della Salute: sicurezza, diplomazia, finanza, commercio, trasporti, commercio, informazione e altro, l’intero governo dovrebbe essere coinvolto”, ha poi detto il direttore generale dell’Oms. (fonte ANSA)