Coronavirus, Anthony Fauci: “Vaccino pronto in fine autunno, a disposizione tra un anno o due”

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Maggio 2020 19:21 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2020 19:32
anthony vauci foto ansa

Coronavirus, Anthony Fauci: “Vaccino in fine autunno, ma non sarà subito a disposizione” (foto Ansa)

WASHINGTON – Per il vaccino anticoronavirus ci vorrà ancora del tempo, quello richiesto dai necessari rigorosi test clinici: lo ha detto il virologo Anthony Fauci intervenendo in video collegamento con la commissione Sanità del Senato americano.

Fauci ha spiegato come la speranza sia di passare alla nuova fase della sperimentazione a fine primavera e inizio estate e raccogliere i risultati a fine autunno, inizio inverno”.

“Questo però non vuol dire che il vaccino sarà pronto per essere messo a disposizione del pubblico. Il vaccino sarà a disposizione probabilmente tra un anno o due”. 

“Il mio messaggio è chiaro e coerente: se si saltano i passaggi per una riapertura graduale, quelli indicati nelle linee guida messe a punto dalle autorità sanitarie, le conseguenze potrebbero essere molto gravi. E’ pericoloso” ha proseguito Fauci che ha anche definito “eccessivo” pensare che ci possa essere un vaccino o una cura che possa permettere un rientro di milioni di studenti nei campus e nelle scuole pubbliche a fine agosto: “Bisogna essere realistici”.

“Il rischio reale è quello di innescare un’epidemia che non si è più in grado di controllare”ha detto ancora il virologo a proposito della situazione in Usa.

“Quello che mi preoccupa è che se nel riaprire non si seguono le varie fasi indicate nelle linee guida sarà difficile evitare nuovi picchi che possono portare a nuovi focolai e a una nuova ondata di contagi”.

“E ho paura – ha aggiunto Fauci – che se non agiamo tutti insieme e ignoriamo le linee guida la situazione, già oggi pessima, possa peggiorare in autunno o in inverno”.

Il virologo ha poi parlato del numero di morti negli Usa: “Il numero delle vittime a causa del coronavirus negli Stati Uniti probabilmente è molto più elevato del bilancio ufficiale”.

Attualmente in Usa si contano oltre 80 mila decessi (fonte: Ansa). 

Fauci si è anche soffermato sulle conseguenze per i minori: “Non conosciamo tutto di questo virus, ma stiamo molto attenti, in particolare quando colpisce i bambini, perché stiamo vedendo cose che non avevamo visto dagli studi dei casi in Cina e in Europa”.

“Penso – ha aggiunto ancora Fauci – che dovremmo stare attenti nel sostenere che i giovani siano completamente immuni da effetti deleteri” anche se ha confermato che la maggior parte dei bambini e ragazzi contagiati “reagisce molto, molto meglio degli adulti” (fonte: Ansa, Corriere della Sera).