Coronavirus Brasile, contagiato il 12esimo governatore (su 27 Stati)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Agosto 2020 19:10 | Ultimo aggiornamento: 14 Agosto 2020 19:10
jair bolsonaro foto ansa

Coronavirus Brasile, contagiato il 12 governatore (su 27 Stati). Nella foto Ansa il presidente Jail Bosonaro la cui popolarità è in crescita

Brasile, dodicesimo governatore (su 27 Stati) contagiato da coronavirus. Si tratta di Wilson Lima dello Stato di Amazonas.

Brasile, su 27 governatori, 12 hanno cotratto il coronavirus. L’ultimo ad essere contagiato è Wilson Lima dello Stato brasiliano di Amazonas.

“Sto bene ma seguirò le raccomandazioni mediche, sono in quarantena, dentro casa mia, e continuerò a lavorare in videoconferenza”, ha scritto Lima sui social.

A fine giugno si era ammalato anche Arthur Virgilio sindaco della capitale amazzonica, Manaus.

L’uomo è guarito dopo essere stato trasferito a San Paolo.

Qui è finito in terapia intensiva in seguito a un peggioramento delle sue condizioni di salute.

In Amazonas, la pandemia ha già causato 109 mila contagi e 3.500 morti.

Ciò nonostante, lo Stato è stato anche il primo a riaprire le scuole e tra i primi a chiudere gli ospedali da campo preparati per i pazienti affetti da Covid-19.

Jair Bolsonaro, malgrado il coronavirus in Brasile, la sua popolarità è in crescita

La popolarità del presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, è salita al 37%, il suo indice di gradimento più alto dai primi mesi del suo mandato, iniziato a gennaio 2019.

Il dato fornito da un sondaggio di Datafolha.

Chi considera “ottima o buona” la sua gestione è passato dal 32% del sondaggio precedente, effettuato a giugno, al 37% del rilevamento svolto questa settimana.

Se l’approvazione è migliorata di cinque punti percentuali, anche il tasso di chi reputa “pessimo o cattivo” il suo governo ha subito un forte calo, passando dal 44% di giugno al 34% di agosto.

Il tutto nel bel mezzo della pandemia da coronavirus e delle critiche ricevute alle politiche scelte da Bolsonaro nell’affrontare la crisi sanitaria.

Per Datafolha, un fattore determinante per spiegare il successo nei sondaggi del presidente della Repubblica è l’aiuto finanziario di emergenza, pari a 600 reais mensili (circa 120 dollari). 

I soldi sono stati versati dal Governo ai settori più umili della popolazione, maggiormente colpiti dalla crisi economica seguita alla pandemia.

Nel nord-est del Paese, tradizionalmente più povero, il tasso è passato dal 27% al 33% (fonte: Ansa).