Coronavirus, in Brasile poliziotta muore tra le braccia del marito fuori dall’ospedale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Aprile 2020 12:55 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2020 12:55
Coronavirus, in Brasile poliziotta muore tra le braccia del marito fuori dall'ospedale

Coronavirus, in Brasile poliziotta muore tra le braccia del marito fuori dall’ospedale

ROMA – Una storia drammatica arriva dal Brasile. Secondo quanto reso noto dai media locali, una donna di 48 anni anni è morta sulla porta di un ospedale a causa delle complicanze da coronavirus.

La donna, Raquel Monteiro de Albuquerque, era una poliziotta. Come raccontato da un parente, la poliziotta è morta tra le braccia di suo marito, dentro la macchina, fuori dall’ospedale.

Secondo quanto ricostruito dai media locali, l’agente non sarebbe riuscita a varcare la soglia dell’ospedale a Belem.

Il vicepresidente del Sindacato degli agenti della polizia civile di Parà, Pablo Farah, ha detto che prima di andare in ospedale la donna si era presentata al pronto soccorso di alcune strutture private lamentando sintomi come febbre alta e difficoltà respiratorie, ma non sarebbe stata ricoverata perché le strutture erano già al completo.

Il sindacalista ha sottolineato che anche se Belem è l’epicentro dei casi di coronavirus nello stato brasiliano di Pará, le cure alla poliziotta non dovevano essere negate: “L’emergenza deve accogliere. Di sicuro sarà tutto sottoposto a indagini e la famiglia agirà di conseguenza”.

La polizia ha ringraziato la poliziotta in un messaggio di cordoglio pubblicato sui social per i “oltre 20 anni di dedizione, responsabilità e amore per la professione e il servizio pubblico”. (fonte ISTOE)