Coronavirus Brasile, studio indipendente: 3 milioni di contagiati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2020 21:50 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2020 0:33
Bolsonaro, Ansa

Coronavirus Brasile, studio indipendente: 3 milioni di contagiati (foto Ansa)

ROMA – Un gruppo di scienziati indipendenti, che ha aperto un sito per monitorare in tempo reale la pandemia di Covid-19 in Brasile, sostiene che nel Paese sarebbero circa tre milioni le persone contagiate.

Tre milioni.

Undici volte, quindi, più delle stime ufficiali, legate ai pochi test condotti.

“Il governo brasiliano ha perso il controllo della pandemia. Il numero dei casi sta crescendo in maniera esponenziale”, ha detto a Bbc News Brasil il professor Domingos Alves, docente alla facoltà di medicina dell’Università di Riberao Preto.

“Posso affermare categoricamente che il Brasile si è trasformato nel focolaio principale di trasmissione del virus nel mondo. Prevedo uno scenario estremamente critico fino alla fine del mese di maggio”, ha aggiunto Alves.

Uno dei principali motivi di tale discrepanza tra i dati sarebbe il basso numero di tamponi eseguiti.

Fino ad oggi, il Brasile ha realizzato 3.462 test ogni milione di abitanti. Contro gli oltre 37 mila per milione di abitanti degli Usa.

“Anche negli Stati Uniti c’è una sottostima dei casi reali ma il numero dei contagi non sarebbe superiore a quello del Brasile”, ha detto Alves.

“Il tasso di mortalità in Brasile e’ ufficialmente dell’8,6 per cento ma secondo noi è molto più basso, attorno all’1,1 per cento. Il tasso che vediamo nelle cifre ufficiali tiene conto fondamentalmente solo dei decessi negli ospedali”.

I numeri ufficiali in Brasile e in America Latina.

Sostanzioso passo in avanti in meno di 24 ore dei contagi (571.964) e dei morti (31.911) in America latina.

Questo quanto emerge da una elaborazione statistica dell’agenzia Ansa per 34 nazioni e territori latinoamericani.

Saldamente al terzo posto per numero di contagi al mondo dopo Stati Uniti e Russia, il Brasile registra 271.628 casi, di cui 17.971 entrano nel computo dei morti.

Seguono Perù, che accumula 99.483 contagiati e 2.914 morti, e Messico (51.663 e 5.332). Nella classifica con più di 5.000 contagi si posizionano quindi Cile (49.579 e 509), Ecuador (34.151 e 2.839), Colombia (16.935 e 613), Repubblica Dominicana (12.223 e 441), Panama (9.726 e 279) e Argentina (8.371 e 382).

Questi i numeri ufficiali. Resta da capire quant’è la differenza tra i numeri ufficiali e i numeri reali.