Coronavirus, tracce nel Lago Superiore in Minnesota. Ma non si trasmette attraverso l’acqua

di Caterina Galloni
Pubblicato il 4 Ottobre 2020 20:00 | Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre 2020 19:12
Coronavirus, tracce nel Lago Superiore in Minnesota. Ma non si trasmette attraverso l'acqua

Coronavirus, tracce nel Lago Superiore in Minnesota. Ma non si trasmette attraverso l’acqua (Immagine di repertorio Ansa)

In alcuni campioni di acqua di lago per la prima volta scoperte tracce evidenti del nuovo coronavirus ma, secondo gli scienziati è improbabile che la malattia possa diffondersi attraverso l’acqua.  

Il team di ricercatori dell’University of Minnesota Medical School, dal 4 luglio, ogni fine settimana ha prelevato l’acqua da otto spiagge lungo il Lago Superiore.

Nei fine settimana dell’11 e del 18 settembre, le acque di Brighton Beach, 42nd Avenue East Beach, Franklin Park Beach e Lief Erickson Park Beach contenevano tracce di Sars-CoV-2.

Sebbene non ci siano prove che il virus possa essere trasmesso attraverso l’acqua del lago, potrebbe contenere indizi su come si sia diffuso nella comunità.

Secondo una dichiarazione della University of Minnesota Medical School di Duluth, in ogni litro d’acqua sono state trovate tra 100 e 1.000 repliche del virus.

Il che è circa 10.000 volte inferiore ai livelli trovati nelle acque reflue.

Richard Melvin, professore presso la facoltà di Medicina di Duluth, a KARE 11 ha detto che a trasferire il virus nell’acqua del lago probabilmente sono i bagnanti.

Le persone infette da Covid-19, ha spiegato Melvin, possono passare il virus nelle feci fino a un mese dopo la scomparsa dei sintomi.

“È noto che le spiagge possono essere contaminate dalla materia fecale a causa dell’attività umana”.

Al contrario di quanto potrebbe accadere con batteri come la salmonella e l’E. Coli, al momento non ci sono prove che le persone possano essere infettate dal coronavirus attraverso l’acqua del lago.

Il medico afferma inoltre che i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) “non sono a conoscenza di alcun rapporto scientifico che indichi che il virus potrebbe diffondersi alle persone attraverso l’esposizione all’acqua del lago”.

Tuttavia, sapere che il virus può essere trovato nell’acqua dolce può offrire degli indizi su quanto sia diffuso in una comunità.

“Capire dove cercare il virus è fondamentale per affrontare in futuro questo tipo di infezioni” ha detto Melvin a KARE 11.

“Attualmente, sapere che è nell’acqua del lago può essere un altro indicatore della presenza del virus nella popolazione che vive in quella località”.

Nel frattempo, la University of Minnesota Medical School ha consigliato a chiunque vada in spiaggia di indossare le mascherine e praticare il distanziamento sociale poiché è molto più probabile che Covid-19 si diffonda sulla terraferma. (Fonte: Daily Mail).