Coronavirus, nuove linee guida Usa bocciano mix farmaci con clorochina promosso da Trump

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Aprile 2020 14:59 | Ultimo aggiornamento: 22 Aprile 2020 14:59
Coronavirus, nuove linee guida Usa bocciano mix farmaci con clorochina promosso da Trump

Coronavirus, nuove linee guida Usa bocciano mix farmaci con clorochina promosso da Trump (Foto archivio Ansa)

WASHINGTON – La combinazione di idrossiclorochina e azitromicina, il mix di antimalarico e antibiotico promosso dal presidente Usa Donald Trump come terapia efficace contro l’infezione da nuovo coronavirus, va evitata.

Lo raccomanda un panel multidisciplinare di esperti dei National Institutes of Health (Nih), l’agenzia del governo americano deputata alla ricerca biomedica.

Secondo uno studio, ancora non pubblicato, la terapia con clorochina addirittura aumenterebbe il rischio di morte, e le nuove linee guida del Nih per il trattamento della malattia da Covid-19 ne sconsigliano l’uso.

Eccetto che nel contesto di un trial clinico – si legge testualmente nel documento – il panel di esperti si esprime “contro l’uso” in combinazione tra l’antibiotico azitromicina e l’antimalarico idrossiclorochina, quest’ultimo utilizzato nella terapia di patologie reumatologiche.

In un tweet del 21 marzo scorso, Trump scriveva che “idrossiclorochina e azitromicina, assunte insieme, hanno una chance reale di essere una delle più grandi svolte nella storia della medicina”.

I dubbi sulla clorochina, farmaco indicato tra i più promettenti nella fase iniziale dell’epidemia, si devono a uno studio dell’università della Virginia, che è stato depositato su un sito di preprint e riporta i dati dell’uso del farmaco, su 368 pazienti di un ospedale per veterani.

Circa il 28% di quelli a cui era stata data l’idrossiclorochina da sola è morto, mentre in chi è stato curato solo con terapie standard, non specifiche per il Covid-19, il tasso è risultato dell’11%, un gruppo che invece ha ricevuto l’idrossiclorochina associata a un antibiotico ha avuto un tasso di morte del 22%.

Anche per quanto riguarda il rischio di dove ricorrere alla ventilazione meccanica, l’analisi non ha mostrato miglioramenti con il trattamento.

“In questo studio – concludono gli autori – non abbiamo trovato evidenze che l’uso di idrossiclorochina, con o senza azitromicina, riduce il rischio di ventilazione meccanica. Una associazione con un aumento della mortalità è stato identificato nei pazienti trattati con idrossiclorochina da sola”. (Fonte: Ansa).