Coronavirus, Cina annuncia: “Raggiunti zero contagi”. America Latina nuovo focolaio della pandemia

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Maggio 2020 8:49 | Ultimo aggiornamento: 23 Maggio 2020 12:23
Coronavirus, Cina annuncia: "Raggiunti zero contagi". America Latina nuovo focolaio della pandemia

Coronavirus, Cina annuncia: “Raggiunti zero contagi”. America Latina nuovo focolaio della pandemia

ROMA – Festeggia la Cina che, per la prima volta da gennaio, annuncia zero contagi nelle ultime 24 ore. Mentre l’America Latina diventa nuovo focolaio della pandemia. Gli Usa superano 1,6 milioni di casi.

L’annuncio dalla Cina arriva il giorno dopo l’apertura del Congresso del Popolo, in cui sono stati celebrati i “grandi successi” della lotta contro il coronavirus. 

Il bilancio ufficiale delle vittime nel Paese è di 4.634, ben al di sotto del numero dichiarato da nazioni molto più piccole. Non pochi dubbi sono stati espressi in questi mesi sull’affidabilità dei dati diffusi da Pechino.

Intanto gli Usa contano altri 1260 morti nelle ultime 24 ore. Secondo i dati della John Hopkins University i decessi totali si avviano verso la soglia dei 100 mila, attestandosi a 95.921.

Brutte notizie anche dal Brasile che, con 1.001 morti registrati nelle ultime 24 ore, ha superato la Russia per numero di infetti confermati da Covid-19, diventando il secondo Paese con più casi di coronavirus al mondo, dietro solo agli Usa. 

Il bilancio complessivo delle vittime è salito a 21.048 e quello dei contagi a 330.890.

Col nuovo forte balzo in avanti del Brasile, l’America latina è diventata ufficialmente per l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) “nuovo focolaio della pandemia“.

In tutta la regione i contagiati sono oggi 672.770, di cui 37.021 morti, secondo una statistica elaborata dall’Ansa sulla base dei dati conosciuti di 34 fra nazioni e territori latinoamericani.  

A distanza dal Brasile segue il Perù (111.698 contagi e 3.244 morti), mentre al terzo posto è salito il Cile (61.857 e 630) che ha scavalcato il Messico (59.567 e 6.510).

Seguono poi Ecuador (35.828 e 3.056), Colombia (18.330 e 652), Rep. Dominicana (13.989 e 456), Panama (10.116 e 291), Argentina (10.649 e 433) e Bolivia (5.187 e 215). (Fonte: Ansa).

Coronavirus, i numeri dell’epidemia in Italia