Coronavirus Pechino, nuovo focolaio colpa del salmone? Norvegia e Cina smentiscono

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2020 14:16 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2020 14:16
Salmone, Ansa

Coronavirus Pechino, nuovo focolaio colpa del salmone? Norvegia e Cina smentiscono (foto Ansa)

ROMA – Tutta colpa del salmone norvegese? Il salmone ha causato il nuovo focolaio di coronavirus a Pechino?

Forse no.

Il salmone norvegese è stato esaminato in Cina dopo che un gruppo di nuovi casi di Covid-19 è stato rintracciato nel mercato Xinfadi nella capitale cinese.

E ora il ministro della Pesca norvegese, Odd Emil Ingebrigtsen, citato da Tdn Finans, smentisce l’ipotesi.

“Il problema è stato risolto. Oggi stiamo elaborando i dettagli e posso confermare che il problema sembra risolto”.

L’esponente di governo ha riferito che funzionari cinesi e norvegesi si sono incontrati e hanno concluso che è improbabile che il salmone norvegese sia la fonte del virus rilevato la scorsa settimana nel mercato di Pechino.

Inoltre alcuni ristoranti di Pechino non hanno servito salmoni lo scorso fine settimana. Quindi il salmone norvegese non sarebbe il colpevole.

Coronavirus Pechino, salmone ritirato dai supermercati

Le principali catene di supermercati, tra cui Wumart e Carrefour, intanto hanno comunque rimosso tutte le scorte di salmone nella capitale, ma hanno detto che le forniture di altri prodotti non sarebbero state influenzate.

Almeno così dice il Beijing Daily.

Ora non resta che aspettare i prossimi giorni per capirne di più. Anche se con la Cina e con il coronavirus, purtroppo, spesso le domande continuano a restare senza risposta. (Fonte: Agi).