Coronavirus, in quarantena anche le banconote cinesi. Trasferimenti bancari tra province sospesi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Febbraio 2020 13:25 | Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio 2020 13:25
Coronavirus, in quarantena anche le banconote cinesi. Trasferimenti bancari tra province sospesi

Coronavirus, quarantena anche per le banconote cinesi (Ansa)

ROMA – La Cina ripulirà e metterà “in quarantena” le banconote, per limitare la diffusione dell’epidemia di coronavirus. Lo ha annunciato il vice governatore della banca centrale cinese Fan Yifei. Precisando che saranno usati raggi ultravioletti o alte temperature per disinfettare le banconote, poi sigillate e isolate per sette o quattordici giorni. Dopo questo periodo, la cui durata dipenderà dalla gravità dell’epidemia nella regione, i biglietti potranno essere rimessi in circolazione.

“Dobbiamo preservare la sicurezza e la salute degli utenti di denaro contante”, ha affermato Fan Yifei. Riferendo che i trasferimenti bancari tra le province sono stati sospesi. Per paura del contagio, i cinesi usano per gli acquisti sempre meno contante preferendo il proprio smartphone.

Fan Yifei ha ribadito il proprio sostegno alle imprese in difficoltà a causa dell’epidemia e ha affermato che l’istituzione seguirà una politica monetaria “prudente”. (fonte Agi)