Gli effetti del coronavirus sulla gente: più single e meno figli…

di Caterina Galloni
Pubblicato il 1 Novembre 2020 10:51 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2020 15:27
Coronavirus, il bollettino del 31 ottobre: 31.758 positivi e 297 morti

Coronavirus, il bollettino del 31 ottobre: 31.758 positivi e 297 morti (foto Ansa)

Gli scienziati Usa parlano degli effetti del coronavirus sulla gente: più single e meno figli.
 

Dopo il coronavirus, tassi di natalità diminuiranno, le persone rimarranno single più a lungo e le donne saranno più ses*ualizzate.
 

Saranno le conseguenze della pandemia e gli scienziati USA prevedono come cambierà la società in un mondo post-COVID.

Alcuni esperti dell’University of California Los Angeles, hanno esaminato 90 studi così da prevedere come il COVID-19 potrebbe cambiare i comportamenti sociali e le norme di genere, anche tra le persone non contagiate.

Ritengono che a seguito della pandemia, le gravidanze pianificate diminuiranno poiché le persone rimanderanno il momento del matrimonio e la nascita dei figli, portando alla riduzione della popolazione di alcune nazioni.

Il calo dei tassi di natalità avrà un impatto a cascata sulla società e sull’economia, influenzerà le opportunità di lavoro e il sostegno alle persone anziane.

Inoltre, la ripartizione non equa del lavoro domestico extra, determinato dal lockdown, potrebbe far aumentare la disuguaglianza di genere e promuovere un maggiore conservatorismo sociale.

Sotto molti aspetti, hanno osservato i ricercatori, “la pandemia è diventata un esperimento sociale a livello mondiale”, i cui risultati non sono ancora conclusi.

I ricercatori hanno applicato la loro vasta esperienza per prevedere il futuro, il che includeva background in scienze comportamentali, economia, biologia evolutiva, medicina e neuroscienze.

“Le conseguenze psicologiche e sociali di COVID-19 andranno avanti nel tempo”, ha scritto l’autore dell’articolo e psicologo Martie Haselton.

Inoltre, ha aggiunto, “più a lungo dura il COVID-19 e più è probabile che questi cambiamenti diventino radicati”.

Le potenziali coppie che durante il lockdown si sono viste attraverso video-incontri, conoscendosi nella vita reale potrebbero rimanere deluse, ha spiegato il team.

 

Zoom non è sufficiente per svelare una affinità di coppia

“Tra una coppia c’è chimica? Non si può capire su Zoom “, ha detto Haselton.

A differenza delle crisi passate, ha osservato il team, la pandemia non sta avvicinando le persone e non sta favorendo un aumento della solidarietà o dell’empatia.

Il team ha notato che la pandemia è stata avvertita più dalle donne, che erano, anche in precedenza, più stressate dal matrimonio e dagli obblighi familiari.

Secondo Haselton, gli effetti si stanno già facendo sentire. Ad esempio, ha detto, nel settore accademico le donne attualmente sembrano pubblicare meno al contrario degli uomini.

Le radici di questa disuguaglianza non sono solo legate ai ruoli di genere tradizionali, hanno affermato i ricercatori.

“Una conseguenza della pandemia, dunque, potrebbe comportare una minore tolleranza su una serie di problemi”, hanno scritto i ricercatori.

Inoltre, ha spiegato Haselton, la disuguaglianza economica potrebbe vedere molte donne sessualizzarsi di più per competere tra loro così da conquistare uomini desiderabili.

“Il virus sta esponendo noi e le nostre debolezze”, ha aggiunto Haselton.(Fonte: Daily Mail)