Coronavirus, Usa accusa la Cina: “Per colpa loro abbiamo perso due mesi per contenere la diffusione”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Marzo 2020 18:17 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2020 18:17
Coronavirus, Usa accusa la Cina: "Per colpa loro abbiamo perso due mesi per contenere la diffusione"

Coronavirus, Usa accusa la Cina: “Per colpa loro abbiamo perso due mesi per contenere la diffusione” (foto ANSA)

WASHINGTON – Il consigliere per la sicurezza nazionale Usa Robert O’Brien ha accusato la Cina di non aver gestito nel modo giusto l’epidemia di coronavirus mettendo a tacere i medici coinvolti o mettendoli in isolamento, con una risposta che “probabilmente è costata alla comunità internazionale due mesi” preziosi per contenere la diffusione del virus.

“Alla comunità internazionale è costata probabilmente due mesi per rispondere, se li avessimo avuti e avessimo potuto sequenziare il virus e avere la cooperazione necessaria dalla Cina, se i team dell’Oms e i Cdc Usa (i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, ndr) fossero stati sul campo, penso che avremmo potuto ridurre drasticamente quello che è successo in Cina e quello che sta accadendo nel mondo”, ha detto O’Brien intervenendo ad un think tank a Washington Dc. 

Nel frattempo è partita da Seattle la corsa per il vaccino contro il coronavirus. La Kaiser Permanente Washington Health Research Institute di Seattle ha già cominciato a reclutare in questi giorni 45 volontari adulti (tra i 18 e i 45 anni) della zona per un ‘trial’ appena autorizzato.

Lo studio verificherà la sicurezza delle varie dosi di vaccino sviluppato dalla compania biotech Moderna e come risponde il sistema immunitario. I pazienti dovranno partecipare a 11 visite di persona e a quattro telefoniche in 14 mesi. Riceveranno sino a 1.100 dollari per visita.

Anche se il primo ‘trial’ darà risultati positivi, serviranno altri test per validare la sicurezza e l’efficacia del vaccino, secondo Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niad), secondo cui saranno necessari almeno 12-18 mesi per essere “totalmente fiduciosi che avremo un vaccino capace di proteggere il popolo americano”. (fonte ANSA)