Coronavirus negli Usa, studio: “Maxiraduno di motociclisti ha provocato 260mila casi”

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 9 Settembre 2020 17:25 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2020 17:25
un bikers, foto ansa

Coronavirus negli Usa, studio: “Maxiraduno di motociclisti ha provocato 260mila casi” (foto Ansa)

Coronavirus negli Usa, un mese dopo il maxiraduno di motociclisti in South Dakota, uno studio ha collegato la manifestazione a oltre 250 mila casi.

Coronavirus negli Usa, il 20 per cento di tutti i casi contati nelle ultime due settimane sono collegati ad un maxiraduno di motociclisti.

La manifestazine si è svolta a Sturgis in South Dakota. 

A rendere pubblici questi dati sono alcuni epidemiologi americani. Gli scienziati hanno definito “sostanziali” i costi economici dell’evento, pari a oltre 12 miliardi di dollari in spese per la salute.

Per curare un paziente Covid occorrerebbero in media 46 mila dollari. Da qui la stima dei ricercatori.  

Ufficialmente i casi di contagio da Coronavirus tracciabili all’evento di Sturgis sono 260 in undici stati, con un biker sessantenne del Minnesota  morto a causa della malattia.

I ricercatori del Center for Health Economics and Policy Studies della San Diego State University hanno parlato di portata nefasta dell’evento gran lunga peggiore.

Coronavirus negli Usa, diffusione agevolata dal fatto che i bikers venivano da tutto il Paese

“La diffusione del virus è stata enorme non solo perchè hanno partecipato al raduno motociclisti da tutto il Paese”.

A diffondere il virus è stato soprattutto “il comportamento adottato dai partecipanti una volta tornati a casa”, hanno scritto gli autori dello studio.

“In alcuni stati, dove sono in vigore forti misure di contenimento come le mascherine obbligatorie o il divieto a bar e ristoranti di servire all’interno dei locali, i contagi sono stati limitati”.

Per la governatrice del South Dakota lo studio è “fiction”

Lo studio, pubblicato da un think tank tedesco e basato su dati anonimi ricavati dai cellulari, è stato criticato come “fiction” dalla governatrice del South Dakota, Kristi Noem.

“Fingendo di fare ricerca accademica, gli autori dello studio hanno attaccato persone che hanno esercitato la loro libertà individuale per prendere parte al raduno”.

La Noem non aveva voluto cancellare l’evento anche per non perdere l’indotto e introiti fiscali che lo scorso anno sono ammontati a 1,3 milioni di dollari.

 Sturgis, da 80 anni, è un appuntamento fisso per motociclisti.

A quello di quest’anno hanno partecipato oltre 460 mila centauri nell’arco di dieci giorni (dal 7 al 17 agosto).

In questi giorni le norme di distanziamento sociale e l’uso delle mascherine non erano obbligatorie.

I ricercatori hanno calcolato che i casi di contagio a catena ricollegabili con la manifestazione sono stati 266.796.

Si tratta di un quinto delle 1,4 milioni di persone contagiate negli Usa tra 2 agosto e 2 settembre (fonte: Ansa).