Covid, le ambulanze di Los Angeles costrette a selezionare i pazienti: “In ospedale solo chi ha possibilità di salvarsi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Gennaio 2021 18:27 | Ultimo aggiornamento: 5 Gennaio 2021 18:27
Incidente Teramo-Mare, un morto in seguito allo scontro tra Fiat Doblò

Negazionisti inseguirono ambulanza a Torino per dimostrare che girava a vuoto: ora sono indagati (foto ANSA)

Il Covid ha messo in ginocchio Los Angeles, infatti le ambulanze sono costrette a selezionare i pazienti.

Agli operatori delle ambulanze della contea di Los Angeles, in California, è stato chiesto di non trasportare in ospedale pazienti che hanno possibilità molto basse di sopravvivere.

La direttiva arriva dalle autorità sanitarie.

Covid, situazione drammatica a Los Angeles: i reparti di emergenza razionano l’ossigeno

Mentre la regione rischia di arrivare a 1.000 morti di Covid al giorno, con gli ospedali quasi al collasso.

Al personale dei reparti di emergenza invece è stato detto di razionare l’ossigeno.

New York aveva emanato una direttiva analoga lo scorso aprile.

Nel momento culminante della pandemia, suggerendo di non ricoverare pazienti che non si riusciva a trattare sul posto.

Ad esempio per infarti o ictus. 

Covid, non solo Los Angeles: gli Stati Uniti rischiano un’altra ondata

La pausa natalizia negli Usa potrebbe alimentare un’altra ondata di infezioni da Covid-19.

E’ l’allarme lanciato dagli esperti dopo che milioni di americani hanno comunque viaggiato a dicembre.

Più di 1,3 milioni di persone, un record nell’era della pandemia, secondo i dati forniti dall’agenzia governativa TSA, riferisce il Guardian online.

È così che i ricoveri hanno raggiunto un altro triste record ieri con oltre 128.200 positivi. Ma alcuni Stati avvertono che il peggio deve ancora arrivare.

Il governatore del Mississippi, Tate Reeves, ha detto che lo Stato ha avuto “più pazienti Covid in terapia intensiva alla fine della scorsa settimana di quanti ne abbiamo avuti in qualsiasi altro periodo durante questa pandemia”.

A New York, il governatore Andrew Cuomo, ha detto che c’è stata un’impennata di casi dovuti agli incontri sociali durante il Natale.

“È chiaro che le vacanze hanno aumentato il tasso di infezione e il numero di persone ricoverate in ospedale”, ha detto.

In California, dove almeno due regioni non hanno più posti letto, le infezioni continuano a crescere.

Il Los Angeles County Emergency Medical Services Agency ha detto alle ambulanze di non trasportare pazienti che hanno poche probabilità di sopravvivere, al fine di conservare le scorte di ossigeno e i letti in terapia intensiva. (fonte ANSA).