Craigslist, prostituzione online: si è ucciso il giovane accusato dell’omicidio di una escort

Pubblicato il 15 agosto 2010 20:47 | Ultimo aggiornamento: 15 agosto 2010 21:06

Philip Markoff

Philip Markoff, lo studente di medicina di Boston coinvolto nel caso Craiglist, il sito di annunci coinvolto in un giro di prostituzione a New York, si è tolto la vita in carcere.

Il giovane era finito in cella il 20 aprile 2009 con l’accusa di aver ucciso ucciso in una camera d’albergo la ”massagiatrice” Julissa Brisman, 26 anni, che aveva incontrato leggendo un annuncio su Craigslist.

Secondo fonti di Abc, MArkoff si sarebe prima tagliato le vene e poi stretto qualcosa intorno al collo.

“Non era sceso per colazione, e neppure per l’ora d’aria”, racconta una fonte del carcere di Nashua Street all’Abc.

“Sapeva sicuramente cosa stava facendo. Ha messo a frutto le sue conoscenze mediche”.