Cuba. Fidel Castro rivendica ”diritto ad essere marxisti leninisti”

Pubblicato il 8 Maggio 2015 17:24 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2015 17:24
Fidel Castro

Fidel Castro

CUBA, L’AVANA – L’ex presidente cubano Fidel Castro ha rivendicato il “nostro diritto ad essere marxisti leninisti”, in un articolo pubblicato dalla stampa dell’isola in occasione del 70º anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale.

“I 27 milioni di sovietici che sono morti nella Grande Guerra Patriottica lo hanno fatto anche per l’umanità, per il diritto di pensare ed essere socialisti, essere marxisti leninisti, essere comunisti, e uscire così dalla preistoria”, ha scritto Castro.

Raul Castro, fratello e successore di Fidel alla guida del regime cubano, si trova a Mosca per partecipare alle celebrazioni ufficiali per l’anniversario della sconfitta nazi-fascista.

Fidel approfitta dell’occasione per difendere la Rivoluzione sovietica, osservando che “Lenin è stato un geniale stratega rivoluzionario, che non ha esitato nel prendere le idee di Marx e metterle in atto in un paese immenso e solo in parte industrializzato”.

Castro ha esteso i suoi elogi anche alla Cina comunista, che ha definito “un potente scudo per la pace e la sicurezza mondiali, grazie al quale la vita della nostra specie potrà essere preservata”.