Cuba: imminente la nuova operazione per Chavez

Pubblicato il 28 Febbraio 2012 1:00 | Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio 2012 22:40

L'AVANA, 27 FEB – Un medico brasiliano di una clinica di San Paolo, intervenuto nelle cure affrontate dall'ex presidente Luis Inacio Lula da Silva per il suo tumore alla laringe, dovrebbe essere presente all'intervento chirurgico al quale sta per essere sottoposto il capo dello Stato venezuelano Hugo Chavez per l'estirpazione di un nuovo cancro di due centimetri, apparso nella stessa area in cui, nel giugno del 2010, gliene e' stato rimosso uno ''grande come una palla di baseball''.

Lo assicura oggi il blogger venezuelano Nelson Bocaranda, solitamente bene informato nonostante le illazioni mediatiche, mentre, di fronte all'assoluto silenzio ufficiale in merito, tutti si rifanno alle anticipazioni dello stesso Chavez, secondo le quali si sarebbe appunto operato ''tra lunedi' e martedi'''. In tale attesa, i media, anche a Cuba, descrivono il fervore religioso dei seguaci di Chavez in Venezuela, messe e preghiere, perche' tutto gli vada bene che contrasta con ''l'odio di classe a fior di pelle'', assicura il governativo Cubadebate, dei suoi avversari, che ''si augurano la sua morte''.

Al di la' di tutto cio' e delle relative e interessate disquisizioni politiche su come cio' influirebbe nel Paese in vista delle presidenziali del 7 ottobre prossimo, in questa occasione, specialisti interpellati sia negli Usa che in Brasile, sembrano coincidere sul fatto che il nuovo intervento non e' ''difficile'' e che i medici cubani sono in grado di effettuarlo ''alla stessa stregua'' dei loro colleghi di altri Paesi. Tutti loro pero', avvertono sulla possibilita' che il nuovo tumore sia maligno, come ha ammesso lo stesso Chavez. Se cio' sara' confermato, per il presidente venezuelano la cura potra' durare a lungo e con il relativo stress. In pratica un fattore di determinante peso nella campagna elettorale con la quale Chavez punta ad un terzo mandato successivo di sei anni.