Daniele Bosio “si travestiva da clown con i bambini”: il racconto del collega

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Aprile 2014 13:00 | Ultimo aggiornamento: 8 Aprile 2014 13:01
Daniele Bosio "si travestiva da clown con i bambini": il racconto del collega

Daniele Bosio

MANILA – Daniele Bosiosi travestiva da clown per intrattenere i bambini”: lo ha raccontato un collega dell’ambasciatore per l’Italia in Turkmenistan, sospeso dopo l’arresto a Manila per abusi (o tentati abusi) su minori. Ma per l’amico di Bosio sentito da Giuliano Foschini di Repubblica, era solo un atteggiamento amichevole verso i più piccoli. 

“Sono sicuro che si tratti soltanto di un grande equivoco, qualcuno deve aver scambiato la sensibilità e la fragilità di Daniele per qualcosa che invece non può essere”.

Dopo la laurea alla Luiss di Roma, Bosio aveva dedicato molto tempo ai bambini meno fortunati. È stato uno degli attivisti della società Peter Pan, la Onlus che fornisce ospitalità ai genitori dei bambini malati di cancro che arrivano a Roma per curarsi. A New York ha lavorato con la McDonaldHouse e la Big Brothers of New York, anche queste due associazioni che seguono i bambini. Anche in Giappone, dove ha lavorato fino a qualche mese fa, ha più volte partecipato a iniziative benefiche.

“Si vestiva da clown, amava giocare con i bambini, ho sempre pensato che quella fosse una maniera per avere una famiglia, lui che per una serie di ragioni, primo tra gli spostamenti dovuti al suo lavoro, probabilmente una famiglia non l’avrebbe mai avuta”,

ha raccontato il collega a Foschini. E poi si è domandato:

Ci eravamo sentiti poco tempo fa, e non mi aveva detto di questo viaggio. Non so perché”.