Daniele Nardi, operazioni di soccorso sul Nanga Parbat bloccate per il maltempo

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 marzo 2019 10:18 | Ultimo aggiornamento: 2 marzo 2019 11:45
Daniele Nardi, operazioni di soccorso sul Nanga Parbat bloccate per il maltempo

Daniele Nardi, operazioni di soccorso sul Nanga Parbat bloccate per il maltempo (Foto Ansa)

ISLAMABAD  – Il maltempo sta bloccando le operazioni di soccorso di Daniele Nardi e Tom Ballard, dispersi sul Nanga Parbat, in Pakistan, da sei giorni. Lo riferisce all’ANSA il capo del clup alpinismo del Pakistan, Karrar Haidri. “Al momento non è possibile alcuna operazione a causa delle intense nevicate e della scarsa visibilità”, ha detto: “E’ previsto maltempo per i prossimi due giorni, sarà difficile per gli elicotteri decollare”. L’ambasciatore italiano Stefano Pontecorvo conferma via Twitter le cattive condizioni meteo al campo base.  

Al campo base sul Nanga Parbat, fanno sapere dallo staff di Daniele Nardi, le condizioni meteo non cambieranno nelle prossime ore: neve e nuvole a bassa quota, con venti sostenuti, continueranno a imperversare per tutta la giornata. “Siamo in contatto sia con gli alpinisti al campo base che con il governo pakistano per decidere come procedere, nelle giornate di oggi e di domani, con le ricerche di Daniele e Tom”, spiegano ancora i collaboratori di Nardi.

L’alpinista e il suo compagno di scalata Tom Ballard sono dispersi da domenica sull’inaccessibile sperone Mummery, tra i 5.100 e i 7.000 metri di quota. Proprio venerdì primo marzo è fallito anche il tentativo di Mohammad Ali Satpar e da alcuni altri esperti alpinisti locali di raggiungere l’ultimo campo di Nardi e Ballard. Ed è fermo a questo punto anche il progetto di trasferire in elicottero dal campo base del K2 il team dell’alpinista basco Alex Txikon che potrebbe effettuare delle ricognizioni con tre droni. 

Fonte: Ansa