Daniele Nardi, individuate due sagome sul Nanga Parbat

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 Marzo 2019 16:26 | Ultimo aggiornamento: 7 Marzo 2019 16:30
Daniele Nardi, individuate due sagome sul Nanga Parbat

Daniele Nardi, individuate due sagome sul Nanga Parbat (Foto Ansa)

ISLAMABAD – Due sagome sono state individuate sul Nanga Parbat, la montagna pachistana sulla quale sono dispersi da dieci giorni i due escursionisti Daniele Nardi e Tom Ballard. Le due sagome sono state avvistate durante le osservazioni con un telescopio. 

A comunicare la novità allo staff di Nardi è stato l’alpinista basco Alex Txikon, impegnato, con il suo team, nelle ricerche dei due scalatori, dispersi da 12 giorni sulla parete nord occidentale del Nanga Parbat. “Alex ci comunica che ieri dal campo base ha individuato due sagome sulla montagna; da questa mattina all’alba, stanno operando per effettuare osservazioni approfondite della parete”, si legge sulla pagina facebook di Daniele Nardi.

L’elicottero che si sarebbe dovuto levare in volo per effettuare le ricerche, però, non è potuto partire a causa delle tensioni militari in corso tra Pakistan e India Il volo è stato pertanto rinviato a venerdì 8 marzo. 

L’alpinista basco Alex Txikon, che aveva programmato di rientrare al campo base del K2, è invece sceso a valle a piedi fino a 3.000 metri e domani dovrebbe salire sull’elicottero che tenterà di avvicinarsi alla zona dell’avvistamento, a una quota compresa tra i 6.000 e i 6.200 metri, sullo sperone Mummery, poco sotto l’uscita che dà accesso al plateau sovrastante. Dall’ultimo contatto con Nardi, che risale a domenica 24 febbraio, si era appreso che i due alpinisti erano saliti fino a 6.400 metri circa per poi ridiscendere.  

Fonte: Ansa