Datagate, ministero della Difesa Gb ha tentato di censurare i media

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Giugno 2013 14:28 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2013 14:29
Datagate, ministero della Difesa ha tentato di censurare i media

Edward Snowden (Foto Lapresse)

LONDRA – Datagate, il ministero della Difesa britannico ha mandato un “avviso di censura” ai direttori dei maggiori media chiedendo di non coprire lo scandalo per non “mettere a rischio la sicurezza nazionale e quella del personale britannico”. Lo scrive il Guardian, lo stesso quotidiano britannico che per primo pubblicò le rivelazioni fatte da Edward Snowden, ex consulente della National Security Agency americana. L’avviso è stato inviato il 7 giugno, il giorno dopo le prime rivelazioni del giornale.

Il ministero della Difesa è ricorso alla cosiddetta D notice, il sistema di autocensura creato nel Regno Unito per evitare la diffusione di informazioni che compromettano operazioni militari e di intelligence.

Non si tratta di un avviso vincolante ma in cui si esercita una certa pressione sui direttori di tv e giornali chiedendo loro di autocensurarsi. Secondo il Guardian, la comunicazione riservata del ministero è stata inviata alle maggiori emittenti del Paese, come Bbc, Sky News e Itn, e alle più importanti testate.

Una portavoce della Bbc non ha voluto fare commenti sull’avviso ricevuto ma ha sottolineato che l’emittente pubblica ha dato ”un adeguato livello di copertura” alla storia.