Usa. Uccide la moglie e la cucina per 4 giorni: la confessione di un cuoco

Pubblicato il 19 settembre 2012 14:57 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2012 17:21

LOS ANGELES – “Ho ucciso mia moglie e l’ho cucinata per quattro giorni”. David Viens ha confessato di aver ucciso la moglie per sbaglio e di aver fatto sparire il corpo cucinandolo come faceva con le sue pietanze. La notizia arriva dal quotidiano Los Angeles Times e il fatto risale al 2009. Viens, cuoco del Thyme Contemporary Cafe di Lomita, nella contea di Los Angeles, avrebbe ucciso la donna durante un litigio.

Il cuoco ha atteso due anni prima di confessare l’omicidio, avvenuto nell’ottobre del 2009. La confessione di Viens agli investigatori arriva solo dopo il fallimento di un suo tentativo di omicidio. David Viens e la moglie Dawn avevano avuto un litigio in casa per una questione di soldi, preso dalla rabbia Viens legò la moglie mani e piedi con del nastro isolate, le tappò la bocca e andò a dormire. Il giorno seguente la trovò morta e preso dal panico cucinò il suo cadavere e poi lo gettò nelle fogne.