Diocesi di Rockville Center contro il Child Victims Act: “E’ incostituzionale”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 15 Novembre 2019 7:00 | Ultimo aggiornamento: 14 Novembre 2019 21:39
Child victims act, diocesi Rockville Center: E' incostituzionale

Foto archivio ANSA

ROMA – La diocesi cattolica di Rockville Center, contea di Nassau, NY, ha avviato un’azione legale per ribaltare il Child Victims Act: sostiene che la nuova legge che protegge le vittime di abusi sessuale, molti dei quali da parte della chiesa, sia incostituzionale.  

Il Child Victims Act ha modificato le limitazioni per i reati ses*suali su minori e indipendentemente dall’anno in cui ha subito delle violenze, la vittima può fare causa al presunto molestatore.  La diocesi ha contestato la legge per molti motivi, ma si è concentrata sul fatto che lo statuto di New York consente la prescrizione “solo in circostanze eccezionali in cui i ricorrenti in precedenza non avevano potuto far valere tempestivamente quanto sostenevano”.

A supporto, ha citato una sentenza della Corte suprema di New York del 2006 in cui un giudice ha respinto le richieste di un uomo che aveva subito abusi da un sacerdote, all’età di 13 anni, poiché avrebbe potuto presentare le accuse in precedenza perché era consapevole di quanto gli era successo.

Jennifer Freeman, un avvocato della Marsh Lawfirm che si occupa dei casi di abusi ses*uali e pornografia infantile, ha affermato che il suo studio legale segue almeno 200 clienti con nuove rivendicazioni contro la Chiesa cattolica. Non pensa che l’istanza della diocesi andrà avanti:”Perderanno perché il tribunale deve dimostrare che il legislatore per cambiare lo statuto per quanto riguarda le limitazioni  deve avere una motivazione importante”, ha detto Freeman al Post.

Ha sottolineato il sostegno della chiesa al Child Victims Act definendo il “ribaltamento sconcertante”, “un attacco aggressivo al governatore e al legislatore di New York”. “E’ assoluta ipocrisia. Da un lato hanno sostenuto il Child Victims Act e ora stanno dicendo che è incostituzionale. Non puoi sostenere entrambe le cose”, ha dichiarato Freeman. (Fonte: NY Post)