Dominatrix e prete girano video piccante in chiesa

di Caterina Galloni
Pubblicato il 18 Ottobre 2020 6:30 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2020 17:28
Dominatrix e prete girano video piccante in chiesa

Dominatrix e prete girano video piccante in chiesa (Ansa)

La dominatrix Melissa Cheng è stata arrestata dopo aver girato un video piccante in chiesa con un sacerdote cattolico e un’altra dominatrix

Sostiene di soffrire di incubi e attacchi di panico la dominatrix Melissa Cheng, 23, arrestata dopo aver girato un video di S&M mentre era sull’altare insieme al prete cattolico Travis Clark e Mindy Dixon.

Secondo quanto riportato dal Daily Mail, Cheng, 23 anni, afferma che la vicenda le ha causato un grave stress mentale e fisico.

Con la collega dominatrix Mindy Dixon, 41 anni, dicono di essere innocenti poiché i rapporti erano consenzienti, si sono verificati quando in chiesa non era presente nessuno.

L’incontro

Il 30 settembre, Mindy Dixon, 41 anni, e Melissa Cheng, 23 anni, si erano recate a Pearl River, in Louisiana, per l’incontro con il sacerdote Travis Clark, 37 anni, nella chiesa cattolica dedicata ai Santi Pietro e Paolo.

Sono stati sorpresi in flagrante da una fedele che, notando le luci accese in un orario insolito, è entrata nella chiesa ed è rimasta di sasso.

Le donne indossavano corsetti e stivali con i tacchi alti mentre Travis Clark era impegnato in scene di ses*o e uno smartphone riprendeva il tutto.

I tre sono stati arrestati per atti osceni in luogo pubblico.

Le parole della dominatrix

Scrivendo sul suo account GoFundMe, Cheng ha commentato: “Il fatto che io sia stata diffamata in questo modo è francamente spaventoso. Capisco che le persone possano essere turbate da questa situazione, ma ciò non la rende in alcun modo illegale o criminale. Per poter uscire dalla vicenda in modo responsabile e sano devo prendere una pausa dal lavoro e dai social media. Il trauma e lo stress mentale e fisico della situazione hanno scatenato una malattia cronica preesistente, POTS, sindrome della tachicardia posturale ortostatica”.

Nel frattempo l’arcivescovo Gregory Aymond ha rivelato che l’altare è stato dato alle fiamme e rimosso dalla chiesa.

“Per quanto riguarda Travis il suo comportamento osceno è stato deplorevole, la profanazione dell’altare nella chiesa è stata demoniaca e sono infuriato per le sue azioni”.

Clark è stato rilasciato su cauzione di $ 25.000, Cheng e Dixon $ 7.500.

Se condannati potrebbero finire dietro le sbarre da sei mesi a tre anni di carcere. (Fonte: Daily Mail)