Dong Jingwei, spia cinese in fuga negli Usa con le prove sul laboratorio di Wuhan che hanno fatto cambiare idea a Biden

di Caterina Galloni
Pubblicato il 20 Giugno 2021 18:01 | Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2021 8:45
Dong Jingwei, spia cinese in fuga negli Usa con le prove sul laboratorio di Wuhan che hanno fatto cambiare idea a Biden

Dong Jingwei, spia cinese in fuga negli Usa con le prove sul laboratorio di Wuhan che hanno fatto cambiare idea a Biden

Dong Jingwei, una spia cinese di alto livello si sarebbe rifugiato negli Usa e avrebbe fornito a Washington delle prove sul laboratorio di Wuhan che avrebbero spinto Joe Biden a un dietrofront sulla teoria della fuoriuscita del virus dal centro di ricerca.

Dong Jingwei, il disertore di più alto livello nella storia della Cina

Secondo Spy Talk, Dong Jingwei sarebbe scappato negli Stati Uniti con la figlia Dong Yang il 10 febbraio scorso. Ha fatto carriera nel servizio segreto cinese Guoanbu, ed è stato capo del controspionaggio, o cattura spionaggio, dopo essere stato promosso alla carica di vice ministro nell’aprile 2018.

Se i report sono fondati, Dong sarebbe il disertore di più alto livello nella storia della Repubblica popolare cinese.

Dong Jingwei, il report che ha fatto cambiare idea a Biden

Si sostiene che abbia fornito informazioni agli agenti dell’intelligence Usa, sull’Istituto di virologia di Wuhan, dove potrebbe essere emerso il Covid-19, costringendo Biden a considerare seriamente la teoria della fuga del virus, peraltro sempre sostenuta dall’amministrazione Trump.

Le fotografie di Dong sono state pubblicate online e, sebbene non tutte le corrispondano, una che continua a spuntare è stata postata da Han Lianchao, un ex funzionario del ministero degli Esteri cinese che ha disertato dopo il massacro di piazza Tiananmen del 1989.

Dong Jingwei visto l’ultima volta a settembre 2020

Han, descritto dagli agenti dell’intelligence americana come una “persona onesta”, afferma che Pechino a marzo ha inviato dei rappresentanti che hanno avuto in incontro in Alaska con il segretario di Stato americano Anthony Blinken per discutere della restituzione di Dong. Ma, secondo quanto detto da Han, Blinken avrebbe rifiutato.

Dong “ha lavorato a stretto contatto con Zhang Yue, che ora sta scontando 15 anni di reclusione per corruzione”, ha spiegato Han. E ha aggiunto: “Zhang era un confidente di Ma Jian, ex vice ministro esecutivo di MSS, anche lui in prigione per corruzione.

“Dong è stato visto l’ultima volta in pubblico nel settembre 2020”.

Secondo Nicholas Eftimiades, un ex esperto del Pentagono, del Dipartimento di Stato e della Cia, le affermazioni di Han sono impossibili da verificare ma è noto “per non esagerare e fidato per la sua integrità”.

Ma ha precisato che il rapporto dovrebbe essere considerato “esattamente per quello che è, un rumor” e aggiunto che questo tipo di voci “circolano sempre”.