Droga a bordo: l’erede della Coca Cola arrestato ai Caraibi con 5mila piante di cannabis sul jet privato

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 maggio 2019 12:19 | Ultimo aggiornamento: 15 maggio 2019 12:19

 

Droga a bordo: l'erede dell'impero Coca Cola arrestato ai Caraibi con 5mila piante di cannabis sul jet privato

Droga a bordo: l’erede dell’impero Coca Cola arrestato ai Caraibi con 5mila piante di cannabis sul jet privato

BASSETERRE (SIANT KTTS AND NAVIS) – L’erede dell’impero della Coca Cola, il greco Alki David, 50 anni, è stato arrestato insieme al suo socio Chase Ergen, 66 anni, mentre tentava di partire con il suo jet privato da St Kitts, nei Caraibi, con a bordo 5mila piantine di cannabis, per un valore totale stimato di un milione e 300mila dollari. A bordo dell’aereo, anche l’attore irlandese Jonathan Rhys Meyers e la sua famiglia. 

David ed Ergen si sono difesi sostenendo di avere quel carico perché vorrebbero sviluppare un business legale nella zona dei Caraibi. Ma i due sono stati arrestati dalla polizia all’aeroporto internazionale Robert L. Bradshaw.

Funzionari della polizia di Saint Kitts e Nevis hanno dichiarato al Daily Express che David ed Ergen sono stati accusati di possesso di droghe controllate e importazione di un farmaco controllato nel Paese. 

David in realtà fa davvero affari vendendo olio estratto dalle piante di cannabis, che viene usato per trattamenti specifici ed è apprezzato da star come Donatella Versace e Snoop Dog. 

Il miliardario greco è stato poi rilasciato dietro il pagamento di una cauzione da 30mila dollari, ma non può lasciare l’isola. (Fonte: The Daily Mail)