Duma (Palestina), bimbo e padre morti: arrestati 7 estremisti israeliani

Pubblicato il 9 agosto 2015 16:03 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2015 16:03
Duma (Palestina), bimbo e padre morti: arrestati 7 estremisti israeliani

Duma (Palestina), bimbo e padre morti: arrestati 7 estremisti israeliani

DUMA – Le autorità israeliane hanno compiuto una retata contro sette estremisti ebraici nell’ambito delle indagini sull’attacco incendiario del 31 luglio a Duma, in Cisgiordania, in cui sono morti un bimbo palestinese di 18 mesi e il papà. Gli arresti sono stati eseguiti dalla polizia israeliana e dai servizi di sicurezza dello Shin Bet negli avamposti illegali di Adei Ad e Baladim, nel nord della Cisgiordania, ha reso noto la polizia. Il gruppo preso di mira è quello dei cosidetti “ragazzi della collina”, fazione estremista dei coloni, e i mandati di arresto erano gia’ stati emessi da diversi giorni.

A conferma della linea dura decisa dal governo Netanyahu, il ministero della Difesa israeliano ha reso noto di aver autorizzato un provvedimento di fermo amministrativo di sei mesi nei confronti di altri due estremisti ebraici, il 24enne Meir Ettinger accusato di attacchi contro chiese e obiettivi palestinesi, e Eviatar Slonim, entrambi arrestati nei giorni scorsi. Il provvedimento può  essere prorogato e veniva di norma usato solo nei confronti dei palestinesi sospettati di aver compiuto o voler compiere attentati. In pratica consente di tenere in stato di fermo un sospetto senza doverlo incriminare.

Un terzo estremista ebraico, Mordechai Mayer, era già stato sottoposto ad analoga misura. L’organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp) ha denunciato 11.000 attacchi contro persone e proprietà palestinesi da parte di estremisti ebraici, lamentando che rimangono per lo piu’ impuniti. Il ministro degli ESteri dell’Anp, Riad Malki, ha accusato “il governo di estrema destra israeliano” di essere pienamente responsabile per l’incendio di Duma.