Dylan McWilliams: aggredito da orso, morso da serpente, azzannato da squalo… è vivo e vegeto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 aprile 2018 11:09 | Ultimo aggiornamento: 23 aprile 2018 11:10
Dylan McWilliams: aggredito da orso, morso da serpente, azzannato da squalo... è vivo e vegeto

Dylan McWilliams: aggredito da orso, morso da serpente, azzannato da squalo… è vivo e vegeto

ROMA – Raggiungere i vent’anni di età non dovrebbe essere un’impresa, ma nel caso di un avventuroso ragazzone americano del Colorado lo è eccome. Dylan McWilliams ha almeno tre ragioni per convincersi che lassù qualcuno si prende cura di lui. A soli 20 anni è stato tre volte miracolato: è scampato all’attacco di un orso, al morso di un serpente e, da ultimo, all’incontro ravvicinato con un squalo tigre che gli ha lasciato solo sette punti di sutura come ricordo.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Di ognuno di questi simpatici animali porta i segni sul corpo, giusto come promemoria per il prossimo jolly da spendere magari a tu per tu con un leone, o un branco di piranha. Si scherza, ma la morte lo ha davvero accarezzato tre volte. L’ultima in mare, alle Hawaii: si dilettava nel body-boarding, versione “sdraiata” del surf, quando uno squalo tigre ha tentato di azzannargli una gamba.

“Non sapevo se avevo perso metà gamba o altro”, ha raccontato poi, fatto sta che si è messo a nuotare come un pazzo per una trentina di metri prima di raggiungere riva e salvezza. Del resto è anche istruttore per bagnini. Abilità che non gli è servita quando, tre anni fa, durante un’escursione nel selvaggio Utah, è stato morso niente meno che da un serpente a sonagli: qualcosa nei suoi geni  deve pur esserci se se l’è cavata con qualche giorno di doloretti.

Fortuna, certamente, ma anche un certo spirito: quello che gli ha permesso di sopravvivere all’attacco di un orso: si trovava in campeggio estivo in Colorado, dormiva fin quando si è svegliato con la testa fra le zanne. Stavolta ha combattuto coraggiosamente, fino a liberarsi della stretta mortale: nove punti in testa, quella volta. Data la giovane età di Dylan, è presumile che i genitori non smettano più di accendere ceri quando possono.